Via Dante Alighieri 30, Farra D'Isonzo (Go)
+39 3290703440
info.vecchione@gmail.com

Disturbi Specifici dell’Apprendimento Scolastico (DSA)

Psicologia

I Distubi Specifici dell’Apprendimento Scolastico (DSA) si manifestano con una difficoltà del bambino e del ragazzo nelle diverse prestazioni in ambito scolastico (lettura, scrittura e calcolo) pur essendo dotati di un quoziente intellettivo nella norma.

Quali sono i Disturbi Specifici dell’Apprendimento?

  • La Dislessia, ossia un disturbo specifico della lettura. Il bambino/ragazzo presenta una lettura poco fluente e accurata, lentezza, poca correttezza. La dislessia può influire anche sulla comprensione del testo;
  • La Disortografia, che riguarda le regole per scrivere in modo corretto: sono coinvolte tutte le componenti e regole ortografiche. Il bambino/ragazzo tenderà a compiere numerosi errori di ortografia.
  • La Disgrafia, un disturbo che riguarda, invece, la parte grafica e motoria della scrittura ossia la capacità di scrivere in modo fluente e comprensibile, il tratto grafico e la disposizione spaziale;
  • La Discalculia, che riguarda la capacità di manipolare i numeri, saper effettuare calcoli a mente, recuperare i fatti numerici e saper svolgere i diversi compiti aritmetici.

Modalità di intervento

Con i bambini e ragazzi con DSA, l’obiettivo è realizzare un percorso personalizzato. L’obiettivo sarà  individuare e valorizzare i diversi stili cognitivi e potenziare le strategie più adeguate per favorire l’apprendimento in ogni specifica situazione.

Si cercherà di:

  • Individuare gli stili di apprendimento più adatti
  • Potenziare le risorse e migliorare il metodo di studio
  • Migliorare l’autostima del bambino/ragazzo
  • Coinvolgere i genitori per supportarli nella gestione delle difficoltà ma anche nel rafforzamento delle capacità del proprio bambino/ragazzo

Screening DSA

E’ una procedura per individuare le difficoltà che interferiscono con gli apprendimenti. Prevede la somministrazione di test questionari per rilevare problemi negli apprendimenti scolastici. Non permette una diagnosi definitiva ma serve per individuare situazioni a rischio e programmare un possibile potenziamento.

Perché non fare direttamente una diagnosi?

Una valutazione diagnostica richiede tempi lunghi e un impegno significativo. Lo screening permette di individuare se la persona avrà bisogno di una successiva diagnosi, evitando tale percorso a chi non lo necessita.

Per approfondire:

http://www.aiditalia.org

http://www.airipa.it