Via Dante Alighieri 30, Farra D'Isonzo (Go);
+39 3290703440
info.vecchione@gmail.com

Screening dell’apprendimento

Psicologia

screening apprendimento

Lo screening dell’apprendimento non è una diagnosi ma una procedura estremamente importante per individuare eventuali difficoltà che possono interferire con l’apprendimento.

Prevede l’utilizzo di specifici test che servono per effettuare una prima valutazione e stabilire se sia necessario un approfondimento diagnostico oppure no.

In cosa consiste?

Come accennato, attraverso prove standardizzate si indaga la presenza di eventuali difficoltà (ad esempio, nella lettura o nella scrittura ma anche nella discriminazione di suoni, nella coordinazione oculo-manuale e motricità fine).

Prevede una somministrazione molto più veloce e meno impegnativa rispetto alla valutazione neuropsicologica completa. In questo modo è possibile indirizzare verso un approfondimento più dispendioso in termini di impegno emotivo e mentale, di tempo ed economico, solo i bambini che effettivamente mostrino effettive problematiche di apprendimento.

Da che età?

A differenza della valutazione diagnostica, lo screening può essere fatto già a partire dalla scuola dell’infanzia. In questo modo verranno osservate le competenze relative ai prerequisiti dell’apprendimento.

Si indagherà pertanto:

  • L’analisi visiva, ossia la capacità di riconoscere i grafemi e l’orientamento spaziale;
  • L’analisi uditiva, ossia la capacità di discriminare i suoni;
  • La coordinazione oculo-manuale, capacità necessaria per coordinare occhio e movimenti della mano;
  • L’associazione visivo-verbale, denominare oggetti o simboli;
  • Le abilità metafonologiche, ossia riconoscere la somiglianza/differenza tra fonemi, suoni che compongono le parole-;
  • Le abilità di memoria;
  • La capacità di pianificazione.

Obiettivi

Fare un’analisi precoce dei prerequisiti permette di prevedere l’andamento futuro degli apprendimenti scolastici, di potenziare laddove si dovessero rilevare delle carenze, di individuare l’eventuale rischio di sviluppare un Disturbi Specifico dell’Apprendimento.

In seguito allo screening, è possibile intervenire con un percorso personalizzato specifico per il bambino, per favorire lo sviluppo delle competenze e prevenire eventuali difficoltà.

Infine, agendo tempestivamente su eventuali problematiche a livello di apprendimento, si riduce l’insuccesso scolastico e si migliora l’autostima e la motivazione all’apprendimento del bambino.

Dott.ssa Francesca Vecchione

info.vecchione@gmai.com

Cell. 3290703440

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *